Via Cantonale 44 - 6576 GERRA
+41 91 794 11 26
Oltre 10 milioni di famiglie nel mondo soddisfatte

L’ozono e le sue proprietà

L’ozono e le sue proprietà

“La natura ci ha dato tutto…. sono gli esseri umani a scegliere le vie sbagliate…”

Spesso i nostri clienti ci chiedono se l’ozono che utilizziamo per la pulizia sia dannoso o meno visto che spesso se ne sente parlare in chiave negativa…(meteo). Cercheremo quindi di fare un po’ di chiarezza a riguardo

L’ozono è formato da 3 molecole di ossigeno e a scoprirne le proprietà fu proprio uno svizzero tedesco Christian Friedrich Schönbein nel 1840.

Si tratta di un gas altamente instabile che non può essere conservato e deve quindi essere prodotto al momento dell’uso. Ha un forte odore che lo caratterizza, lo stesso che talvolta accompagna i temporali, dovuto proprio all’ozono prodotto dalle scariche elettriche dei fulmini.

E’ un gas essenziale alla vita sulla terra, non solo per le sue proprietà disinfettanti ma anche per la sua capacità di assorbire la luce ultravioletta (letale perla vita animale e vegetale). L’energia delle radiazioni solari rompe la molecola di ossigeno nei due atomi che la compongono. Ogni atomo d’ossigeno libero, poi, si lega con un’altra molecola di ossigeno non ancora “dissociata” e forma una molecola di ozono. Si crea così un equilibrio perfetto: infatti, l’ozono prodotto a sua volta assorbe le radiazioni solari e si scinde, ritornando ossigeno.

Molteplici sono le sue proprietà, è infatti in grado di degradare ed eliminare qualunque elemento inquinante o nocivo come virus, acari, insetti, spore, muffe, sostanze chimiche dannose e persino fumo e odori, il tutto in maniera totalmente naturale.


Se però l’ozono si forma nella bassa troposfera, può essere parecchio nocivo. In estate infatti nelle grandi aree urbane, durante le ore più calde della giornata con scarsa o assente ventilazione ed elevata concentrazione di inquinanti, i gas prodotti dalla combustione dei motori a scoppio, associandosi ad elevate temperature ed intenso irraggiamento solare ( smog fotochimico), si comportano da catalizzatori per la formazione dell’ozono.

L’ozono, quindi, creato dall’inquinamento delle auto risulta essere irritante se si pratica attività sportiva (respirazione accelerata) , in condizioni di assenza di vento e alte temperature e se raggiunge o supera i 150 mg per centimetro cubo.

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »